iva agevolata

Come acquistare online con IVA agevolata [guida]

Sai che quando ti appresti ad acquistare beni o servizi puoi usufruire della cosiddetta IVA agevolata?
In questo articolo ti spiego di cosa si tratta e quali sono i casi in cui è possibile risparmiare grazie a questa riduzione.

Quando stiamo per effettuare un acquisto importante per la nostra casa, che sia essa nuova oppure in fase di ristrutturazione, è importante conoscere le eventuali agevolazioni per approfittare di prezzi più vantaggiosi.
A seconda del caso, è possibile godere dell’IVA al 4% o al 10% per quanto concerne il costo del bene o servizio, ma puoi anche approfittare di detrazioni al 50% per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici.

Acquistando su Deghishop.it puoi avvalerti dell’IVA agevolata, ecco nei dettagli i casi in cui è possibile.

Cos’è l’IVA agevolata?

Tutto ciò che viene acquistato all’interno dell’Unione Europea presenta un prezzo comprendente un’imposta introdotta per la prima volta in Italia nel 1972: si tratta della cosiddetta Imposta sul Valore Aggiunto, che ad oggi viene calcolata nel Belpaese sul prezzo finale del bene o servizio acquistato, al quale va aggiunta l’imposta del 22%.

Esistono, però, delle circostanze in cui questo valore viene ridotto, e in questo articolo vedremo quand’è possibile applicare un’agevolazione con una percentuale sensibilmente inferiore, del 4% o del 10%.

IVA agevolata: casi e percentuali

Come fare a capire di quale delle due percentuali di IVA agevolata è possibile usufruire?
È necessario individuare in quale caso rientra il proprio acquisto, distinguendo in:

  • Costruzione della prima casa
  • Restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione
  • Manutenzione ordinaria e straordinaria
  • Detrazione per mobili e grandi elettrodomestici
  • Costruzione immobili con requisiti della legge Tupini
  • Agevolazioni per disabili

Ognuno di queste condizioni comporta un’agevolazione, ma per accedervi è necessario rispettare i requisiti oggettivi e soggettivi del caso specifico.

Acquistare online con IVA Agevolata

Questo in sintesi il processo da seguire per acquistare online usufruendo dell’IVA agevolata.

iva agevolata online

Costruzione della prima casa

L’aliquota da applicare per l’acquisto di beni o servizi in relazione alla costruzione della prima casa è del 4%, solo se si tratta di un’immobile che non sia di lusso e se l’acquisto abbia lo scopo di rendere completamente utilizzabile il bene in oggetto.
L’IVA agevolata va calcolata sull’acquisto di beni o prodotti finiti, ma anche sulle materie prime o semilavorate, sulla posa in opera e i servizi fondamentali.

Restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione

Se, invece, si tratta di restauro o ristrutturazione di un edificio è possibile sfruttare l’IVA agevolata al 10%, per quanto riguarda tutti quegli interventi con il fine di conservare un immobile e adeguarlo alle basilari norme per renderlo vivibile.
La legge a tal proposito distingue due casi:

  • Restauro
  • Risanamento conservativo

Per quanto riguarda il primo, si intende il recupero e la valorizzazione di un immobile con oggettivo valore storico o artistico, con tutti gli accorgimenti necessari a rendere attualmente vivibile lo stesso senza modificarne la caratteristica storica o artistica.

Per risanamento conservativo, invece, si indicano quelle opere di adeguamento igienico e funzionale di un immobile, che riguardano il bagno e i relativi sanitari, ma anche gli infissi, le finiture, gli impianti tecnologici e le modifiche alla planimetria senza alterazioni di rilievo.

Manutenzione ordinaria e straordinaria

Altre riduzioni sull’imposta sul valore aggiunto sono previste se si tratta di interventi classificabili come manutenzione ordinaria e straordinaria.

Per manutenzione ordinaria si intendono gli interventi di riparazione su finiture, impianti tecnologici e manutenzione degli impianti di riscaldamento, tinteggiatura delle pareti dell’edificio, sostituzione dei sanitari o di parti dell’impianto idraulico o elettrico, ma anche l’impermeabilizzazione delle coperture dell’immobile.

I casi in cui è possibile applicare l’’IVA agevolata 10% per manutenzione straordinaria, invece, sono ad esempio la sostituzione degli infissi, la realizzazione di muri di cinta o cancelli, l’adeguamento di canne fumarie e operazioni necessarie al mantenimento di rampe o scale.

Detrazione per mobili e grandi elettrodomestici

Inoltre, è possibile usufruire di detrazioni Irpef al 50% per l’acquisto di mobili nuovi e grandi elettrodomestici per edifici soggetti a ristrutturazione, così come previsto dal cosiddetto Bonus Mobili.
In questo caso rientrano ad esempio mobili come letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie oppure accessori per l’illuminazione, ma anche forni, frigoriferi, apparecchi per il riscaldamento o condizionamento elettrico.

Per poter detrarre il costo di mobili e grandi elettrodomestici, è necessario che l’acquisto sia stato effettuato durante un intervento di recupero la cui data sia precedente a quella dell’acquisto dei mobili o grandi elettrodomestici.

Immobili con requisiti descritti dalla legge Tupini

Infine, se l’edificio oggetto di restauro o manutenzione soddisfa i requisiti della legge Tupini, è possibile sfruttare un’aliquota pari al 10% se:

  • L’edificio non è assimilabile alla definizione di immobile di lusso
  • Almeno il 50% della superficie fuori terra è destinata ad abitazioni
  • Non più del 25% della superficie fuori terra può essere destinata ad esercizi commerciali

Agevolazioni per disabili

La legislazione italiana prevede agevolazioni anche per quanto riguarda le necessità delle persone disabili, riconoscendo una percentuale dell’imposta sul valore aggiunto del 4%.
Possono usufruire dell’IVA agevolata per disabili non solo i diretti interessati, ma anche i familiari che li tengono fiscalmente a carico, purché sia dimostrato che l’acquisto sia finalizzato al miglioramento della qualità di vita o a garantirne l’autonomia personale. Puoi approfondire con la “Guida alle agevolazioni fiscali per le persone con disabilità”

Come usufruire di queste agevolazioni

Per servirsi di questi sconti sull’imposta sul valore aggiunto è necessario presentare richiesta specifica al fornitore dei beni o dei servizi in questione.

A tal proposito, è necessaria la dichiarazione per IVA agevolata, ovvero un modulo specifico per richiedere lo sconto a seconda del caso.
Inoltre, è richiesta una copia della carta d’identità, del codice fiscale e della Dia o Scia in base al tipo di lavori effettuati o da completare.

[Puoi approfondire sul nostro sito alla sezione dedicata all’IVA Agevolata]

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Altre storie
arredo giardino strutture ricettive
Come rinnovare l’arredo giardino di strutture ricettive