Installazione di un lavabo d’appoggio

Come installare un lavabo d’appoggio?

I lavabi d’appoggio sono sempre più in voga. I lavabi d’appoggio hanno infatti soppiantato la scelta dei lavabi con colonna a terra. Gli stessi mobili da bagno sono sempre più sospesi, compatti ed essenziali.

L’installazione di un lavabo su un mobile o su un mensolone sospeso può sembrare difficoltosa.

Bastano invece pochi passaggi ben compiuti.

Il lavabo sarà presto posato sul tuo piano d’appoggio con la tua finitura preferita, o su quel mobile con cassettone che tanto desideravi in cui riporre i prodotti igienici sempre più numerosi.

Kit per l’installazione

  • Lavabo
  • Piano d’appoggio (es. mensolone, mobile sospeso, etc)
  • Miscelatore
  • Sifone e piletta di scarico
  • Predisposizione degli attacchi dell’acqua al muro

Attenzione! Prima di cominciare l’installazione, non dimenticare di chiudere l’acqua!

I 5 STEP PER L’INSTALLAZIONE

1. Scegliere lavabo, piano d’appoggio e miscelatore

Scegliere il lavabo e il mensolone, o il mobile contenitore, considerando bene le misure e l’ingombro rispetto agli altri sanitari e agli altri elementi d’arredo che trovano spazio in bagno. I lavabi d’appoggio sono disponibili in diverse misure, tondi, rettangolari o squadrati. Vanno da una profondità minima di circa 35 cm a lavabi con profondità più ampie, fino a più di 45 cm.

Occhio al miscelatore!

Ottimizzando la proporzione tra la profondità del lavabo e quella del piano d’appoggio, è possibile trovare la giusta collocazione per un miscelatore alto collocato all’esterno della vasca del lavabo, solitamente verso la parete. In questo modo il lavabo sarà libero dall’ingombro della rubinetteria. L’alternativa, molto apprezzata, è il miscelatore a parete, o a muro, che libera non solo la vasca, ma anche la superficie del mensolone o del piano d’appoggio. Importante scegliere e avere a disposizione il miscelatore prima di cominciare ad installare il lavabo, per poter scegliere anche come e dove installare lo specchio soprastante.

2. Prendere le misure

Una volta scelto il lavabo e il piano d’appoggio, è necessario prendere le misure esatte del lavabo, e in particolare del piano inferiore del lavabo, ovvero della superficie che sarà a contatto con il piano d’appoggio. Potreste trovare comodo posare il lavabo a testa in giù e tracciarne il contorno dell’ingombro inferiore su un supporto. È importante segnare sullo stesso supporto anche il posizionamento del foro per lo scarico, a seconda che sia centrale o asimmetrico rispetto alla geometria del lavabo.

Riportare le misure del lavabo sul piano d’appoggio, considerando l’eventuale ingombro di un miscelatore alto, solitamente da installare vicino alla parete. In questo caso, l’installazione del lavabo sarà appena decentrata rispetto al piano d’appoggio.

3. Forare il mensolone o il mobile bagno sospeso

Si consiglia di installare insieme il lavabo e il piano d’appoggio, per garantire che gli attacchi vengano predisposti correttamente.
Una volta verificate le misure del lavabo e la sua posizione sul piano d’appoggio, procedere forando il piano. A seconda del supporto del piano, che può essere in legno, in pietra o in marmo, o in qualsiasi altro materiale, si può forare con un trapano con una sega a tazza del diametro corretto.

Se si è scelto un miscelatore alto da installare sullo stesso piano, procedere secondo lo stesso principio seguito finora: prendere le misure del diametro del miscelatore e riportarle sul piano, forandolo del diametro giusto.

4. Posizionare il lavabo

Posizionando il lavabo sul piano d’appoggio, verificare che il foro del lavabo per la piletta di scarico entri agevolmente nel foro predisposto sul piano. Procedere con la stessa verifica per il miscelatore.

5. Collegare la piletta e il sifone allo scarico

Il corretto funzionamento del lavabo è garantito da due elementi: la piletta di scarico, che svuota la vasca del lavabo dall’acqua in eccesso, durante il suo utilizzo, e il sifone di scarico, che congiunge la piletta di scarico e gli attacchi dell’impianto idraulico a parete.

Posizionare la piletta di scarico e collegarla al sifone, per avvitamento. Allo stesso modo, collegare il sifone all’uscita dello scarico a parete. Se necessario, collegare un tubo in PVC al sifone per colmare la distanza eventuale tra il sifone e lo scarico, tagliandolo della misura necessaria.

Prima di procedere all’incollaggio definitivo di tutte le giunture, verificare che sia tutto funzionante.
Procedere poi all’incollaggio e, a colla asciutta, alla prova di impermeabilità.

In ogni caso, una buona scheda tecnica del lavabo e l’ausilio di un bravo tecnico idraulico può supportarvi nella fase di installazione di questa variante di lavabi ormai molto diffusa.

Non vi resta che scegliere la misura e la finitura che fa per voi, scegliendo tra la classica ceramica bianco lucida e le finiture matt opache, sino alle resine e sino ai materiali naturali, dal legno alle pietre.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Altre storie
Arredo interno: il dettaglio che fa la differenza
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: