INTERNI

Arredo interno: il dettaglio che fa la differenza

9 gennaio 2018

Il 2018 è appena cominciato; quale momento momento migliore per prestare attenzione all’arredo interno?

Se esistono due parole per descrivere la casa ideale del 2018, quelle sono arredi retrò. Sì, l’attenzione alle linee del passato è sempre più grande.

Spazio al colore: l’arredo interno è rosso

Uno dei trend più belli presi in prestito dalle passerelle del mondo: il colore rosso. 

Il rosso è un colore molto stimolante: esprime slancio, velocità, potere. Ma anche pericolo o passione.

Si tratta di un colore importante per il nostro sistema nervoso centrale e influisce sulla pressione e sul battito cardiaco.

Scegliere un arredo di colore rosso accresce la fiducia nelle proprie forze e aumenta l’energia.

La nostra proposta per una scelta di arredo interno di colore rosso ricade su alcuni articoli, tra cui: le sedie o le poltrone, i tappeti, gli appendiabiti, e persino i mobili da bagno.

Questo colore lo consigliamo in ambienti moderni, magari dove le altre dominanti cromatiche sono il grigio, il bianco o il nero.

Ma perché non abbinarlo anche in ambienti più rustici? Il colore rosso accostato al legno riesce a regalare alla casa quel calore che in momenti di convivialità è fondamentale.

Per uno stile industrial-retrò: l’ottone, il ferro e il legno

Con lo stile retrò non si sbaglia mai. La particolarità di questo stile? Senza dubbio la possibilità di mixare vecchio e nuovo, recuperando dalla vecchia soffitta elementi d’arredo unendoli ai nuovi acquisti.

I materiali? Senza dubbio l’ottone, il ferro e il legno. 

Puoi optare per un pouf in ottone, una panchina che mixa legno e ferro o per una collezione total-industrial

Le finiture tipiche dello stile moderno incontrano il design di un tempo, dando alla luce tavoli e mobili perfetti per un ambiente semplice e tuttavia mai scontato.

Questo sgabello si presenta con una struttura in ferro e finitura in ottone anticato. Le sue dimensioni sono di un diametro pari a 37 cm e l’altezza da 44 cm. La portata massima è di 100 kg.

L’ottone – opaco, discreto e raffinato – è perfetto per accessori, luci e complementi ed è bellissimo se usato – in modo estremo – su ampie superfici.

Il bagno è vintage: semplice e affascinante

Il bagno del 2018 ha il fascino del passato con i materiali del presente. Non rinuncia mai al comfort, ma si conferma molto speciale.

La vasca freeestanding su piedini in ottone fa il suo debutto in un bagno di dimensioni anche ridotte, magari su un piano rialzato. Il lavabo può essere sostenuto da una struttura in metallo e gli accessori, poi, faranno il resto.

Quello che resta da fare, quindi, è scegliere il proprio stile e la propria attitudine d’arredo.

Il 2018 si presenta ricco di novità e interessanti mix and match. Scoprili tutti! 

Potrebbe piacerti anche

No Comments

Leave a Reply