BAGNO

Riscaldamento: il decalogo da seguire per risparmiare sulla bolletta [guida]

27 ottobre 2016
riscaldamento risparmio

Hai già acceso il riscaldamento? In questo articolo trovi dieci semplici accorgimenti per evitare bollette energetiche stratosferiche.
Te ne parlo perché oltre alla scelta di un moderno termoarredo – sul nostro catalogo trovi un vasto assortimento – è fondamentale fare in modo che il riscaldamento non diventi una spesa fuori controllo.
Quelle che ti propongo sono delle semplici regole per risparmiare sulla bolletta ed evitare sprechi di energia o multe per non aver fatto una corretta manutenzione della caldaia.

10 regole per risparmiare sul riscaldamento di casa

1) Esegui regolarmente la manutenzione della caldaia e affidati a tecnici specializzati che non si limitano a un controllo, ma cercano di far rendere la tua caldaia il più possibile, consumando meno. La pulizia della caldaia va fatta almeno una volta all’anno, soprattutto per la formazione del calcare, infatti se la caldaia non funziona correttamente puoi avere un rincaro del 30% della tua bolletta. Per una corretta gestione dei fumi effettua la manutenzione ogni due anni.

ATTENZIONE: se non effettui la manutenzione dei tuoi impianti rischi una sanzione non inferiore a 500€ ai sensi del decreto DPR 74/2013.

2) Controlla la temperatura nel tuo appartamento: la normativa consente una temperatura pari 20°+2°, ma una media di 19° e sufficiente per mantenere l’ambiente caldo e accogliente. L’eccesso di calore è dannoso alla salute e ogni grado in più fa aumentare la tua bolletta del 7-8%.

3) Imposta il tuo cronotermostato così da far sì che il tuo impianto di riscaldamento resti in funzione solo quando sei in casa. Controlla le ore di accensione, il DPR 74/2013 consente di mantenere attivo il riscaldamento per un massimo di 12 ore al giorno. [il tempo massimo giornaliero cambia a seconda delle 6 zone climatiche italiane, consulta questo sito per saperne di più]

4) Installa le valvole termostatiche per evitare lo spreco e regolarizzare i consumi: la loro funzione è di controllare il flusso di acqua nel termosifone per mantenere costante la temperatura che hai impostato. Riduci la temperatura negli ambienti che non usi, così da concentrare il calore negli ambienti più frequentati. Ti consiglio di non accendere il riscaldamento durante la notte, spegni la caldaia o regola il termostato sui 16°.
Scopri tutti i modelli sul nostro catalogo.

ATTENZIONE: a partire dal 2014 le valvole termostatiche sono obbligatorie secondo il Decreto Legislativo n.102/2014, hai tempo fino al 31 Dicembre 2016 per installarle ed evitare multe.

5) Riduci il più possibile le dispersioni di calore verso l’esterno, durante la notte chiudi bene le finestre e le persiane. Non usare i termosifoni come asciuga biancheria, disperdi calore e provochi uno spreco.
Se i tuoi termosifoni sono sotto alle finestre, dovresti installare un sistema di rivestimento termo-isolato tra il radiatore e il muro per ovviare alla dispersione di calore dovuta alla parete fredda. Fai installare dei vetri a doppia parete per isolare meglio l’appartamento e mantenere il calore.

CONSIGLIO: quando rinnovi l’aria non tenere aperte le finestre per troppo tempo [massimo una decina di minuti] e quando lo fai spegni il riscaldamento, così ridurrai la dispersione di calore.

6) Non usare copritermosifoni e non coprire i radiatori con mobili ad incasso o tende: se l’aria non circola liberamente diventa pesante e la bolletta aumenta. Coprendo i termosifoni impedisci all’aria calda di circolare e sprechi fino al 40% dell’energia.

7) Spurga regolarmente[prima di accenderli e almeno una volta al mese nel periodo invernale] l’aria dai termosifoni per migliorare il calore nel tuo appartamento: l’aria che si deposita al loro interno impedisce la circolazione dell’acqua calda e rallenta il processo di riscaldamento. Se i tuoi termosifoni non hanno una valvola di sfiato installala, può aiutarti a risparmiare.

8) Se il tuo impianto di riscaldamento ha più di 15 anni, forse è il caso che pensi ad una sostituzione della caldaia.

Esistono tante soluzioni, scegli quella più adatta a te:

  • Caldaia ad alta efficienza: consuma meno e riduce la tua bolletta energetica,
  • Caldaia a condensazione: sfruttando il calore dei fumi rende il 30% in più rispetto a una caldaia normale.
  • Caldaia con impianto integrato: la caldaia è alimentata con l’acqua preriscaldata da un impianto solare termico oppure da una pompa di calore alimentata da un impianto fotovoltaico.

ATTENZIONE: fino al 31 Dicembre 2016 puoi usufruire delle agevolazioni fiscali per la ristrutturazione edilizia che ti permettono un recupero del 50%-65% della fattura.

9) Distribuisci l’acqua calda sanitaria ad una temperatura che non sia superiore ai 45° e regola il boiler su temperature non superiori ai 55° e non tenerlo acceso se sai che durante il giorno non sarai a casa.

10) Se hai un impianto di riscaldamento centralizzato, richiedi il sistema di contabilizzazione del calore così da pagare solo l’effettiva quantità di calore consumata. Puoi risparmiare fino a un 30% sulla bolletta.

Applica questo decalogo e inizia subito a risparmiare sulla tua bolletta.
Per la scelta del tuo termoarredo visita il nostro catalogo, troverai un’ampia scelta di modelli in pronta consegna a prezzi speciali.

Potrebbe interessarti anche

2 Commenti

  • Rispondi MARCO TAGLIAVINO 4 luglio 2017 a 16:59

    BRUTTO ARTICOLO, NON MI E’ PIACIUTO

    • deghi
      Rispondi deghi 4 luglio 2017 a 17:31

      Caro Marco, se ne ha voglia puoi darci i tuoi consigli in modo da rendere sempre migliore il servizio. Grazie per l’interesse dimostrato, Team Deghi

    Lascia una risposta

    Privacy Policy