BAGNO

Miscelatore doccia a 2 o a 3 vie. Guida alla scelta

15 agosto 2017

Il miscelatore doccia non è soltanto un semplice complementi d’arredo, ma una vera e propria scelta di vita che, se fatta consapevolmente, renderà i nostri ambienti sicuramente migliori e più accoglienti.

La scelta giusta per una doccia indimenticabile

In bagno trascorriamo molto più tempo di quello che possiamo immaginare.

Il nostro bagno ci vede correre via al mattino in gran fretta, ma ci vede anche quando, dopo una lunga giornata, finalmente dedichiamo alla cura del nostro corpo il tempo necessario a riprendere le energie impiegate nelle attività quotidiane.

La scelta del miscelatore doccia merita quindi un’attenzione particolare basata sostanzialmente su due semplici ed essenziali elementi:

  • l’impiego quotidiano a cui è destinata;
  • i gusti e il tipo di arredamento che scegliamo per la nostra sala da bagno.

La scelta diventa ancora più articolata se dobbiamo arredare lo spazio doccia. Sono moltissime le caratteristiche che dobbiamo tenere a mente prima della scelta definitiva.

Oggi ne vedremo due per arrivare finalmente ad avere una doccia che sia prima di tutto pratica e già predisposta per tutti i comfort.

Il miscelatore doccia a 2 o a 3 vie: facciamo chiarezza

Questi consigli hanno lo scopo di avvicinarci alla lettura delle schede tecniche per approfondire gli elementi distintivi e qualitativi della rubinetteria a incasso per doccia a due o a tre uscite presente sul nostro shop.

Partendo da zero, saremo in grado di scegliere in modo consapevole un miscelatore doccia a incasso il più vicino possibile alle nostre esigenze. Ma soprattutto, sapremo leggere la scheda tecnica del nostro articolo.

Il miscelatore doccia a 2 vie

 

Niente di più pratico e semplice: “due uscite”, cioè i due attacchi predisposti rispettivamente – per esempio

  1. per un soffione;
  2. per una piccola e comoda doccetta.

Come è chiaro dall’immagine, una manopola, quindi, la useremo per scegliere da dove far partire il getto, cioè se dal soffione o dalla doccetta o da entrambi (prediligendo in questo modo l’uscita combinata e simultanea dell’emissione dell’acqua); la seconda manopola la useremo per regolare il getto.

Il miscelatore doccia a 3 vie

Cosa sono esattamente le “tre uscite”, o le 3 vie? Semplice, si tratta dei tre attacchi predisposti rispettivamente per:

  1. un soffione;
  2. una pratica doccetta;
  3. una doccetta multi-getto o idromassaggio.

Come per il miscelatore doccia a due vie, quindi, avremo una prima manopola che useremo per scegliere da dove fare iniziare il getto, cioè se dal soffione, dalla doccetta o dal multigetto (o da tutti e tre simultaneamente).

Una seconda manopola con la quale regoleremo l’uscita dell’acqua calda o fredda.

Oggi abbiamo imparato a leggere correttamente una scheda tecnica apparentemente difficile o poco intuitiva. Niente di più semplice!

Sul nostro shop troverai tutto ciò che è necessario a rendere la tua doccia uno spazio accogliente e rilassante.

Cosa stai aspettando allora? Basta aspettare, visita il nostro e-commerce e non rinunciare agli sconti e ai prodotti in pronta consegna che trovi nella sezione dedicata!

Potrebbe interessarti anche

Nessun Commento

Lascia una risposta

Privacy Policy