INTERNI

3 idee per portare lo stile Shabby nella tua cucina

2 agosto 2016
idee shabby cucina

In cucina ritorna di moda il vintage, ed ecco per te alcuni consigli per arredare in stile Shabby.

Lo stile Shabby che tutti amano

C’è poco da fare: nel campo dell’arredamento d’interni (e non solo) non possiamo che notare quelle sfumature candide che regnano incontrastate su mobili di altri tempi.
Un armonia delicata che farebbe intenerire chiunque sia alla ricerca dell’allestimento di una casa come vero e proprio nido romantico, con pizzi, arredo in legno o ferro battuto e sfumature tenui e leggere.

Sto parlando dello stile Shabby Chic, una tendenza che resta attuale, portando un tocco di classe nelle case moderne senza necessariamente stravolgerle, infatti a volte bastano piccoli accorgimenti (come abbiamo già visto nel caso del soggiorno stile Shabby)

Non serve essere un grande amante del genere vintage, chiunque può portare una ventata di Shabby Chic nella propria casa, con un angolo allestito ad hoc dove il tempo sembra essersi fermato e tutto ciò che avresti voglia di fare è sederti a un tavolino sorseggiando del buon tè in totale relax.

E quale migliore ambiente se non la cucina, per dare un tocco vintage alla tua casa?

In questa stanza lo Shabby può dare ampio sfogo di tutte le sue potenzialità, e potrai sbizzarrirti come più preferisci nella cura di dettagli che rimandano le lancette dell’orologio indietro nel tempo.

3 idee in stile Shabby per arredare la cucina con un sapore rètro

Ci sono alcuni elementi a cui non puoi proprio rinunciare se vuoi arredare in stile Shabby Chic. Fanno parte delle cucine di una volta e potresti trovarli molto utili e comodi, oltre che di grande effetto visivo.
Tra questi l’immancabile credenza, un vero e proprio pilastro delle cucine vintage, la cassettiera, che completa l’arredamento, e le sedie tipiche del ventennio 70-80.

1. Credenze in stile Shabby

credenza shabbyIn qualsiasi tipo di cucina, vintage o moderna che sia, lo spazio non è mai abbastanza, ma quando mobili o pensili non bastano per contenere conserve, barattoli, stoviglie e provviste, come fare?

In genere si ricorre a mobili che non fanno parte del corpo principale della cucina, ma che si abbinano creando un nuovo spazio da poter riempire al meglio.

Nel caso di uno stile rètro come lo Shabby Chic, nulla è più indicato di una discreta credenza, che permette di stipare tutto ciò che è necessario in cucina, in un mobile dalla capienza aggiuntiva ma funzionale.

 

La credenza riesce a soddisfare anche l’occhio più esigente: con lo stile delicato Shabby e magari impreziosita di pratici cassettini, la credenza riesce ad arredare con poco ingombro, ma tanta praticità.

vetrinetta shabby

Per i modelli più bassi è possibile sfruttare il ripiano superiore sia come piano d’appoggio che per posizionare graziosi suppellettili utili in cucina, mentre per quanto riguarda i modelli che si sviluppano in altezza, non c’è niente di meglio della credenza dotata di ante trasparenti: l’intramontabile vetrinetta.

Quest’ultima, si rivela necessaria per tutti gli amanti del genere, in quanto luogo ideale per riporre in modo sicuro eleganti servizi di tè, che perderebbero gran parte del fascino chiusi in un mobile lontano dagli occhi.

In questo caso, le ante in vetro permettono una perfetta esposizione agli occhi di ospiti curiosi, tenendo in ordine e conservando adeguatamente tazze e piattini preziosi.

2. La cassettiera

Ancora un mobile che non puoi proprio escludere dal tuo arredamento Shabby è la cassettiera che riesce a contenere tutto l’indispensabile ma in modo pratico ed ordinato.
Ad ogni cassetto puoi assegnare una diversa funzione, per fare in modo di trovare ciò di cui hai bisogno in un colpo solo, distinguendo i vari scompartimenti in base all’altezza e al cassetto in particolare.

Se cerchi davvero un elemento particolare nella tua cucina, non puoi che optare per una cassettiera alternativa.

cassettiera shabbyIn questi modelli i classici cassetti si trasformano in pratici contenitori in vimini intrecciato, ricoperti da un simpatico tessuto.

Questo, oltre a contribuire all’effetto vintage, ti permette di conservare qualsiasi cosa nel cestino, senza rischio di perderlo nell’intreccio delle fibre.

A due, tre o più cassetti, la tua cassettiera in stile Shabby può essere caratterizzata da particolari disegni che rimandano all’ideale di romantico.

Oppure da particolari inserti brillanti che ne impreziosiscono l’estetica e la presenza.

3. Le sedute caratteristiche

La sedia è l’elemento classico che saprà dare davvero il sapore di una cucina vintage: un modello indimenticabile che tutti noi conosciamo, costituita da legno invecchiato e dipinta con vernice a base di nitrocellulosa.

La caratteristica di questa tipologia di sedia è lo schienale in doghe di legno, con due profili che corrono ai lati più un intreccio per garantire comodità nell’appoggio della schiena, mentre la parte ricurva contribuisce ad accogliere la schiena e a tenerla comoda.
Per quanto riguarda la seduta, invece, è caratterizzata da una particolare canna d’india, una fibra naturale intrecciata che regala l’aspetto tipico della seduta in vecchio stile.

Se tutto ti sembra troppo delicato e leggero, e hai deciso di dare un ultimo tocco alternativo all’arredamento della tua cucina vintage, puoi optare per una sedia in acciaio spazzolato, un materiale solido ed attuale che sa garantirti comodità e design allo stesso tempo, con uno schienale alto e comodo che tiene conto tanto del fattore estetico quanto del comfort.

Troverai molte altre idee per arredare in stile vintage sul nostro catalogo, scopri tutti i prodotti in offerta e in pronta consegna.

Potrebbe interessarti anche

Nessun Commento

Lascia una risposta

Privacy Policy