INTERNI

Arredare casa: 3 stili da scoprire

5 novembre 2015
idee per arredare casa

Quando si decide di arredare casa, che si tratti di un rinnovamento parziale dell’arredamento o di un cambio radicale dei nostri mobili, è naturale guardarsi attorno e raccogliere idee, spunti e trarre ispirazione. Oggi con internet le cose sono ancora più facili e se si tratta dell’arredamento di interni esistono 3 tendenze che impossibile non incontrare nelle nostre ricerche.

Succede anche a me…
Nella nostra attività quotidiana di selezione dei prodotti di arredamento da mettere in catalogo, siamo noi stessi in prima linea per intercettare stili e rispondere così alla richiesta dei nostri clienti. Per questo se dovessi nominare 3 tipologie di arredamento che negli ultimi anni hanno letteralmente spopolato, non avrei dubbi. Si tratta dello stile Shabby Chic, Industrial e Etnico Coloniale.

Come sempre però quando si parla troppo di un argomento si rischia di fare confusione e in questo articolo vorrei aiutarti a chiarirti le idee su queste 3 tendenze. In questo modo potrai capire come utilizzarle per arredare la tua casa e come sfruttare al meglio le loro caratteristiche.

La differenza tra Arredamento Shabby Chic, Industrial ed Etnico Coloniale

In pratica mi piacerebbe guidarti attraverso una veloce descrizione delle caratteristiche differenzianti di questi 3 stili in modo che di fronte a questi nomi nella tua testa non appaiano più dei punti di domanda, ma immagini chiare e precise. È solo con le idee chiare che si riesce a ottenere il meglio dai propri ambienti e questo è il mio obiettivo.

Arredamento Shabby Chic: trasandato e vissuto

 

stile shabby chic

 

Dare una seconda vita a mobili che hanno una storia è l’effetto che vuole produrre questo stile. L’idea di rimettere a nuovo mobili dimenticati in soffitta per farli rinascere è il filo conduttore dello stile Shabby Chic. Non avviene esattamente in questo modo visto che si tratta di mobili nuovi che vengono però trattati in modo tale da sembrare trasandati e vissuti.

Il significato letterale del termine Shabby è proprio quello di “trasandato”.

Sono tendenzialmente mobili chiari che danno luminosità all’ambiente e creano con il trattamento di vernice utilizzata la sensazione che una mano di pittura sia stata data a un vecchio mobile, lasciando intravedere la verniciatura originale. L’impressione finale è esattamente quella di avere a che fare con dei mobili vintage.

Più che di stile di design, sarebbe corretto parlare di un trattamento che agisce principalmente sulla verniciatura. Ciò che per anni abbiamo cercato di scongiurare diventa quello che oggi cerchiamo di ottenere: un mobile polveroso con un effetto invecchiato è la perfetta sintesi di un mobile Shabby Chic.

Come si utilizza lo stile Shabby in casa?

Credenze, tavolini, cassettiere e sedie sono gli elementi d’arredo tipicamente interessati da questo stile. Ovviamente non ci sono limiti alla fantasia e il tuo gusto personale resta la ciliegina sulla torta per personalizzare ogni ambiente. Idee e spunti? Sfoglia il nostro catalogo di prodotti online e trova l’ispirazione per rinnovare i tuoi ambienti.

Arredamento Industrial: moderno e metropolitano

 

arredamento industrial

Arredare in stile Industrial è un’altra tendenza molto diffusa, ma di cosa si tratta esattamente e cosa significa “Industrial”? L’approccio è simile per certi versi a quello dello stile Shabby, ovvero far rivivere una seconda vita ad oggetti che appartengono al passato. In questo caso però non si tratta di semplici elementi di arredo, ma di strumenti di lavoro che trovano anche una seconda destinazione d’uso. Per questo stile il metallo dell’era industriale è predominante.

 

Moderno e metropolitano sono sicuramente i due aggettivi che meglio descrivono la sensazione che trasmette lo stile Industrial. La semplicità di alcuni elementi di produzione tipici della fabbrica crea un effetto suggestivo nei nostri ambienti grazie al contrasto che produce con il resto dell’arredamento.

Come si utilizza lo stile Industrial in casa?

Alcuni elementi si prestano maggiormente a rappresentare questo stile. Si tratta di credenze, tavolini e sedute prevalentemente in metallo o con una forte componente di materiale metallico. [Sfoglia il nostro catalogo di arredamento Industrial]

Arredamento Etnico Coloniale: un mix di culture

 

Arredamento etnico coloniale

 

La contaminazione e il mix di stili e culture differenti ha gradualmente facilitato la diffusione dello stile Etnico Coloniale. Oggi abbondantemente utilizzato anche in Italia è caratterizzato da una fusione di elementi che provengono da paesi e da culture distanti tra loro.

Come è nato lo stile etnico? Si dice che tutto ebbe inizio quando i viaggiatori iniziarono a portare a casa dai loro viaggi piccoli elementi di arredo che venivano integrati in modo naturale nello stile di arredamento utilizzato, questo negli anni ha generato un vero e proprio trend fino ad arrivare ai giorni nostri dove lo stile Etnico Coloniale viene prodotto appositamente per generare quella sensazione senza scomodare i viaggiatori del secolo scorso.

Come si utilizza lo stile Etnico Coloniale?

Un tavolino in bamboo o una seduta in vimini inseriti in salotto sono il classico esempio dell’utilizzo di elementi di arredo Etnico Coloniale.
L’integrazione può essere parziale – con un richiamo che rivive solo attraverso pochi elementi – o protagonista con una scelta più radicale che coinvolge l’intero ambiente.

La scelta giusta? È solo tua e puoi farti subito un’idea sfogliando il nostro catalogo, curiosando tra sedie, tavolini, cassettiere e molto altro l’ispirazione nasce da sola.

E tu come hai deciso di arredare il tuo angolo preferito della casa?

Per dubbi o domande lascia un commento qui sotto o contattaci direttamente per ricevere assistenza.

Potrebbe interessarti anche

Nessun Commento

Lascia una risposta

Privacy Policy